AERMACCHI M-346FA: maestro nel multiruolo

Lo scenario operativo
Negli scenari operativi attuali, anche in quelli caratterizzati da un livello di minaccia medio-basso, moderni e costosi velivoli da caccia della classe delle 20/30 tonnellate di peso vengono spesso utilizzati in missioni poco paganti e con alti costi operativi.
Si tratta generalmente di missioni di supporto aereo ravvicinato, anche in aree urbane e interdizione sul campo di battaglia, ma anche di difesa del territorio nazionale e Air Policing, ricognizione tattica, supporto alle operazioni di soccorso di personale in aree di combattimento, dove sarebbe sufficiente impiegare velivoli a più a basso costo, dotati di radar, pod di designazione allo stato dell’arte, moderni e sofisticati sistemi di autoprotezione, data link di ultima generazione e la fondamentale capacità di essere riforniti in volo.

Una soluzione tattica efficace
L’M-346FA, maestro nel multiruolo, è stato sviluppato a partire dalla versione AJT da addestramento avanzato dell’M-346, già in servizio con le forze aeree di Singapore, Italia, Israele e Polonia. Rispetto a quest’ultima, le peculiarità della versione FA consistono nell’aggiornamento dell’avionica e nell’aggiunta di due punti di attacco alle estremità alari (che passano quindi da 5 a 7) per poter disporre di due missili aria-aria, mantenendo piene capacità dual role e tutto l’avanzatissimo sistema di addestramento integrato.
L’M-346FA prevede inoltre una suite di autoprotezione DASS (Defensive Aid Sub System) comprendente Radar Warning Receiver, dispenser di Chaff & Flare, oltre al Missile Approach Warning, dotato di sei sensori, con copertura di 360° contro le eventuali minacce missilistiche. Il velivolo potrà scambiare in tempo reale e in modo sicuro tutti i dati relativi alla situazione tattica mediante l’impiego di Data Link tattico dedicato con standard NATO (Link 16) e non.
A bordo è anche installato il GRIFO-346, radar per il controllo del tiro di 4° generazione, in banda X, pulse-doppler coerente, multi modo e multi ruolo, realizzato dalla Divisione Sistemi Avionici e Spaziali di Leonardo. Si tratta di una nuova versione della famiglia dei Radar Grifo che fornirà al 346 Fighter Attack performance avanzate e nuove capabilities. Il Radar Grifo che nelle differenti configurazioni è stato venduto in oltre 450 esemplari in tutto il mondo, è attualmente in servizio con 6 diverse forze aeree su sette diverse piattaforme e ha accumulato oltre 150.000 ore di operatività in volo.